8 Marzo 2010 - Eventi identitari "Il parto come punto di vista"

pubblicato da in data 08 marzo 2010.

 

Comune di Marciano della Chiana

 

Lunedì 8 Marzo 2010

 

Ore 11.30 - 13.30

 

Museo della Poesia - Cesa in Valdichiana

 

Eventi identitari: “il parto come punto di vista”

 

11.30  Saluti del Sindaco Marco Barbagli

11.45  Patrizia Mari : Il mestiere del parto

12.30  Dir.Dott.ssa Patrizia Petruccioli e sua mamma : Madre e figlia ,due generazioni di ostetriche a confronto

13.00  Dott.ssa Lucia Bagnoli : La realtà del parto a domicilio

13.20  Con.comunale Dott.ssa Martina Bennati: conclusioni e ringraziamenti

13.30  Buffet

 

Moderatore : Assessore alla cultura Bruno Tommassini

 

Patrizia Mari (giornalista e autrice del libro "Il mestiere del parto")

Dott.ssa Patrizia Petruccioli ( Dirigente Ostetrica dell'USL 8)

Ostetrica di condotta

Dott.ssa Lucia Bagnoli ( Medico specializzato in ginecologia ed ostetricia USL 8)

Dott.ssa Martina Bennati (Ostetrica,consigliere comunale Marciano della Chiana) 

 

 

8 MARZO, A MARCIANO QUALCOSA DI COMPLETAMENTE DIVERSO

Nel giorno della festa della donna il pensiero è andato oltre le solite operazioni commerciali. Recuperate la memoria e la tradizione

Massimiliano Ricciarini

CESA – A Cesa, frazione di Marciano, quest'anno, per la festa della donna in programma lunedì prossimo, va in scena qualcosa di completamente diverso dalle solite iniziative commerciali. “Eventi identitari: il parto come punto di vista” questo è il titolo della giornata dedicata alla figura dell'ostetrica da quando era un medico condotto sovvenzionato direttamente dai comuni fino ad oggi. L'evento è patrocinato oltre che dal Comune di Marciano anche da Provincia di Arezzo e Regione Toscana. Si terrà al Museo della Poesia di Cesa dalle 11,30 alle 13,30 con buffet finale.

“Un tempo l'ostetrica era una figura chiave – ci dice Martina Bennati, ostetrica e consigliere comunale a Marciano – e un medico personale di ogni famiglia presso cui aveva la responsabilità di far nascere una nuova creatura”.

Tra i relatori della conferenza vi sarà la giornalista Patrizia Mari che introdurrà i lavori con un intervento dal titolo “Il mestiere del parto”, che è anche titolo del suo libro sull'argomento. Sarà poi la volta di due generazioni differenti di ostetriche: Alderina Burchini, testimonianza vivente di quel mestiere come era concepito in passato e la figlia Patrizia Petruccioli che ha seguito le orme della madre e oggi è direttrice del reparto di ostetricia della Usl 8 Arezzo presso l'ospedale San Donato.

“Un contributo sicuramente importante – sottolinea Martina Bennati - è dato da Lucia Bagnoli, ginecologo dell'Usl 8 Arezzo per l'area della Valdichiana che interessa anche il Comune di Marciano, promotrice del parto naturale”.

A tal proposito ci rammenta Bennati di alcuni primati di cui la nostra vallata può andare fiera. “Tra questi – spiega l'ostetrica e consigliere di Marciano - va ricordato il reparto di ostetricia del vecchio ospedale di Castiglion Fiorentino, un'eccellenza italiana del parto fisiologico (naturale; ndr) e un primato, in quanto è stato tra i primi a effettuare i parti in acqua”.

“Oggi si riscopre il parto a domicilio – conclude Bennati – riportando la ginecologia odierna alla figura dell'ostetrica di un tempo e in merito a questo va ricordata anche la figura di Flora Gualdani, oggi ultra ottantenne ma un tempo è stata un eroico medico ostetrico. Ha fatto esperienze in Vietnam e in altri luoghi di guerra. Nel 1974 ha preso addirittura il brevetto da elicotterista che guidava personalmente per recarsi nei luoghi più impervi. Negli ultimi tempi ha costituito “Casa Betlemme” un istituto di accoglienza per ragazze madri a Indicatore”.

Comune di Marciano della Chiana stendardo del Comune