"Amore e guerra alla torre di Marciano”: bilancio positivo della manifestazione, opportunità per il turismo e il commercio

pubblicato da Amministratore in data 01 marzo 2014.

 

MARCIANO DELLA CHIANA – Successo per la prima edizione della
manifestazione “Amore e guerra alla torre di Marciano”. L’iniziativa dedicata ai
matrimoni, organizzata dall’amministrazione comunale nei giorni 22 e 23 febbraio
scorsi, con la partecipazione di attori, figuranti e professionisti del wedding, ha visto
una buona partecipazione di pubblico e attratto l’attenzione degli operatori del settore.
“Gli ambienti della restaurata torre medievale di Marciano, da presidio militare a
centro polivalente e multimediale, rappresentano oggi una scenografia ideale per
mostre, convegni, grandi eventi e cerimonie. Poter aprire e far conoscere questi spazi
ai residente e ad un pubblico sempre più vasto coinvolgendo le associazioni del
territorio, le istituzioni e le categorie economiche – fa sapere il sindaco, Marco
Barbagli, tracciandone un bilancio – rappresenta uno degli obiettivi che ci siamo posti
in questa legislatura e che stiamo perseguendo con la collaborazione e l’impegno di
tutti al fine di incentivare il turismo del nostro territorio e stimolare il commercio,
attraverso la valorizzazione delle nostre bellezze e dei servizi offerti, come ad
esempio quello della celebrazione dei matrimoni proprio nella nostra torre, sempre più
richiesta. A fronte di questo, all’iniziativa, hanno partecipato con i loro stand
rappresentanti della ristorazione, dell’oreficeria, dell’alta sartoria e atelier, della cura
della persona, della fotografia e dell’arredamento della casa, ma non solo. È stata
infatti un momento di condivisione e di incontro per la comunità e le coppie di sposi
residenti che quest’anno festeggiano il loro 25esimo e 50esimo anniversario di nozze,
a cui è stata consegnata una pergamena nell’ambito della Festa degli Sposi da parte
del Comune. Ed ancora, sono state organizzate visite guidate e laboratori per bambini
a cura dell’Associazione Scannagallo e di Aion Cultura. Un inizio positivo che
auspichiamo possa aprire la strada al rilancio di una cultura del bello dando insieme
forza a settori, dell’artigianato e delle piccole e medie imprese in particolare, che oggi
a livello locale e nazionale risentono di più della crisi. La manifestazione ha costituito
un ulteriore piccolo grande passo in questa direzione e un’opportunità in più da
cogliere”.

Comune di Marciano della Chiana stendardo del Comune