Servizi Cultura

Attività per l'infanzia e l'adolescenza - estate 2008


Orario della Biblioteca Comunale

La Biblioteca Comunale è aperta nei seguenti giorni:
Mercoledì: ore 15,30-18,30
Sabato: ore 9,30-12,30

Addetto al prestito bibliotecario: Sara Polvani
E-mail della Biblioteca: bibliotecamarciano@libero.it
Telefono Biblioteca e Informagiovani : 0575-845103

Bando per l'attribuzione di contributi libri di testo, assegni di studio e borse di studio a favore degli studenti iscritti alle Scuole Primarie, Secondarie di primo grado e Secondarie di secondo grado di Arezzo - Anno scolastico 2005-2006.


Lo scaffale della resistenza

Considerato il valore della memoria storica ancora profonda- mente radicato e vivo nella coscienza della popolazione locale, come del resto lo è ancora in tutta la provincia di Arezzo, tale da non essere soltanto ricordato ma anche conservato, tramandato, studiato, in occasione del 60° anniversario della Resistenza e della Liberazione, è sembrato giusto dare vita allo scaffale della Memoria e della Resistenza. Attualmente i libri che ne fanno parte sono più di sessanta, provenienti in larga prevalenza da donazioni passate di Enti pubblici, e cittadini residenti nel territorio della Valdichiana.

(*)=in POLVANI S., Comune di Marciano della Chiana. Gestione Biblioteca Comunale e Servizio Informagiovani, Relazione Attività 2004/2005, pp. 6.

Scarica l'elenco completo

Un primo scaffale per la Biblioteca Comunale

Scarica l'elenco libri nuovo scaffale multiculturale

Un primo scaffale per la Biblioteca Comunale

30/12/2004 Un primo "scaffale multiculturale" per la Biblioteca Comunale (*)

Nel passaggio che ha portato alla costituzione di un primo elenco di libri da proporre é stato necessariamente tenuto conto: 1) dei bisogni rispetto alla comunità locale e quindi rispetto a quelle straniere; 2) delle risorse economiche e di competenze da poter investire; 3) delle potenzialità evolutive e progettuali derivanti. L'analisi che ad ampio raggio ha coinvolto tutti quei soggetti ed elementi che potevano aiutare alla definizione del primo punto (insegnanti delle scuole, statistiche dell'osservatorio sull'immigrazione in provincia di Arezzo, dati della biblioteca) ha evidenziato come a livello zonale la Valdichiana , dopo il Casentino, é l'area in cui si registra il valore di incidenza più elevato per quanto riguarda la percentuale di stranieri sulla popolazione residente (4,2%); questi sono di provenienza albanese (39%), rumena (33%), marocchina (23%), iugoslava (1%), indiana (4%), tedesca (1%), polacca (2%), dominicana (1%), americana (1%), altre (12%)[ 1 ]. Per quanto riguarda i dati della biblioteca si registra che, tra questi, i ragazzi vengono da soli o più spesso con la propria classe, gli adulti vengono per ricercare libri per i loro figli o per se stessi. Un quadro comunque in costante crescita se si confrontano i dati relativi agli anni passati [ 2 ], dati che in ogni caso rendono consapevoli di una realtà presente e in evoluzione.

Alla luce di questo é sembrato potesse avere un senso la formazione di un primo piccolo fondo di libri da considerare come punto di partenza.

Per quanto riguarda il secondo punto, successivamente alle considerazione sopra citate, ha preso avvio una sistematica opera di documentazione supportata da attività di formazione e aggiornamento [ 3 ] finalizzata all'acquisizione della conoscenza e degli strumenti necessari. Da qui, la scelta dei materiali che ha tenuto conto: dei sondaggi sui libri [ 4 ]; di ricercare, per quanto possibile, materiali per ogni fascia di età; di "favorire testi e materiali delle culture e delle lingue di origine" [ 5 ] (con testo a fronte in italiano, tradotto o scritto direttamente dall'autore straniero). Si tratta di testi di diversa tipologia [ 6 ]: libri di narrativa provenienti dalle diverse culture e tradotti nella nostra lingua (fiabe e storie); libri bilingui; libri indirettamente multiculturali (romanzi, racconti, poesie contenenti intrecci narrativi, sfondi, tracce che in modo indiretto, coinvolgente, non retorico, sono particolarmente sensibili alle problematiche multiculturali, permettendo di "raffinare il concetto di testo multiculturale" [ 7 ]). Relativamente alla collocazione dello "scaffale", confrontandosi con le diverse esperienze portate avanti nelle biblioteche italiane, il modello di riferimento più vicino al messaggio che quella di Marciano della Chiana vorrebbe trasmettere, quello di una società multiculturale aperta ai testi delle altre culture in modo naturale senza creare spazi speciali o distinzioni particolari, si attua disponendo i nuovi testi insieme agli altri seguendo gli abituali sistemi di catalogazione [ 8 ].

Il terzo punto é compreso in una prospettiva che veda le biblioteche anche come luogo partecipe all'educazione interculturale, fornendo "attraverso la lettura opportunità di scambio e di reciproco arricchimento tra le culture" [ 9 ], lo scaffale multiculturale della biblioteca di Marciano intende rappresentare uno degli strumenti utili alla costruzione di "attività interculturali comuni" [ 10 ]. Già ad oggi attorno al costituendo scaffale multiculturale é stato possibile progettare una mostra sul libro interculturale che sarà realizzata alla metà di dicembre 2004 [ 11 ] e presentare un ulteriore proposta di lavoro alle scuole per l'anno scolastico 2004/2005 [ 12 ].

(*)= in POLVANI S., Comune di Marciano della Chiana. Gestione Biblioteca Comunale e Servizio Informagiovani, Rapporto Attività 2003/2004, pp. 9-11 .

[ 1 ] Come emerge dal rapporto sull'immigrazione straniera in provincia di Arezzo, i dati sono aggiornati all'1/01/03, in L'immigrazione straniera in provincia di Arezzo. Rapporto 2003, LUATTI et alii 2003, Arezzo.

[ 2 ] In generale per la Valdichiana l'incremento della popolazione immigrata tra il 1999 e il 2002 risulta del 15,3%, cfr. ibidem , p. 33.

[ 3 ] La biblioteca di Marciano ha partecipato tra il settembre e l'ottobre 2004 al Corso di Formazione per bibliotecari multiculturali promosso dalla Regione Toscana presso il Polo regionale di documentazione interculturale di Prato, cfr. infra , par. 2. 4.

[ 4 ] Cfr. supra , par. 2. 1. 1. Sondaggio sui libri , p. 6.

[ 5 ] Ancora nel testo di Ongini si ricorda come "il concetto di ‘tutela della cultura e della lingua di origine'" sia chiaramente espresso non solo nella già citata Legge sull'immigrazione ma sia anche contenuto nel Manifesto Unesco sulle biblioteche e nel documento Società multicultutrali- Raccomandazioni per il servizio bibliotecario dell'Associazione Internazionale delle bilioteche (Ifla), ONGINI 1999, cit., pp. 28-29.

[ 6 ] Cfr. [All. 3].

[ 7 ] "... e cioè non identificare come tale solo il testo che si presenta con segnali vistosi, espliciti, diretti, evidenti (una grammatica araba, le fiabe yoruba dello scrittore nigeriano, ecc.). Possiamo collocare un libro come la Bibbia nello scaffale multiculturale? Accanto al Corano, per esempio? (..) E Pinoku, del ‘nostro' Collodi, tradotto in albanese diventa testo multiculturale? E l'originale italiano invece é solo ‘monoculturale'? (..) Molto dipende dal contesto entro il quale si collocano i materiali e molto dipende dalle chiavi di lettura, dalle curiosità e dagli incroci che si stabiliscono.", da ONGINI 1999, cit., p. 29.

[ 8 ] Si può citare il caso della Biblioteca dei ragazzi del Comune di Cesena, della Biblioteca Delfini di Modena, della costituenda biblioteca del Polo regionale di Documentazione Interculturale di Prato. La biblioteca di Marciano della Chiana, nella sua attuale struttura si configura nel tipo "a scaffale aperto". Una disposizione delle raccolte suggerita inevitabilmente dallo spazio utile che tuttavia ha il grande pregio di favorire l'avvicinamento del lettore ai libri.

[ 9 ] ONGINI 1999, cit., p. 20.

[ 10 ] Cit. L. 40/1998 ( Disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero).

[ 11 ] Cfr. infra , par. 2. 3. 1.

[ 12 ] Cfr. infra , par. 2. 3. 2.


Negli orari di apertura della biblioteca è disponibile il servizio: INFORMAGIOVANI
Lavoro-Studio-Tempo Libero

Comune di Marciano della Chiana stendardo del Comune