ALIQUOTA IMU PER IL COMUNE DI MARCIANO DELLA CHIANA

CHI DEVE PAGARE - COME SI CALCOLA LA MINI RATA

pubblicato da Amministratore in data 10 gennaio 2014.

 

 

 

 

 

 

Per il 2013 il Comune di Marciano della Chiana ha deliberato un'aliquota IMU pari allo 0,55% sull'abitazione principale e prime pertinenze di tipologia C2,C6 e C7.
Lo Stato chiede ai cittadini dei comuni che hanno aumentato l'aliquota rispetto a quella base (pari allo 0,4% per l'abitazione principale) di pagare una quota dell'IMU.

CHI DEVE PAGARE
Chi possiede unità immobiliari di cui alle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/7, possedute a titolo di:

·                Abitazioni principali (immobile nel quale il proprietario dimora abitualmente e risiede anagraficamente) e relative pertinenze (esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità per ciascuna delle categorie catastali. Non è possibile considerare pertinenza dell'abitazione principale più di un garage);

·                Casa coniugale disposta al coniuge assegnatario a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

·                Proprietà o usufrutto da anziani o disabili residenti presso Istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente (a condizione che la stessa non risulti locata);

·                Unità immobiliari appartenenti alle Cooperative Edilizie a proprietà indivisa, adibita ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

·                Abitazioni possedute e non concesse in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle FF.AA. e Forze di Polizia ad ordinamento militare e civile.


ALIQUOTA PER IL COMUNE DI MARCIANO DELLA CHIANA
Il Comune di Marciano della Chiana ha deliberato per il 2013 l'aliquota dello 0,55% per le abitazioni principali e relative pertinenze C/2, C/6 e C/7 (max una per categoria).

COME SI CALCOLA LA MINI RATA
Per
determinare l'importo della minirata da versare occorre effettuare i seguenti passaggi:
Per

- abitazione principale e relative pertinenze;
- casa coniugale destinata al coniuge assegnatario;
- abitazione di anziani e disabili ricoverati in modo permanente in istituti di ricovero o sanitari.

 

1.      determinare l'importo dell'IMU dovuta sulla base dell'aliquota stabilita dal comune, ossia dello 0,55 %, applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% il moltiplicatore pari a 160, al netto delle detrazioni di 200 e 50 euro per figlio eventualmente spettanti, nella misura massima di Euro 600;

2.      determinare l'importo dell'IMU dovuta sulla base dell'aliquota di legge, ossia dello 0,4%, applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% il moltiplicatore pari a 160, al netto delle detrazioni di 200 e 50 euro per figlio eventualmente spettanti, nella misura massima di Euro 600 complessive;

3.      sottrarre dalla somma calcolata al punto 1 l'importo determinato al punto 2;

4.      calcolare il 40% dell'importo ricavato al punto 3.


Per
- unica abitazione posseduta dal personale appartenente alle forze armate
- unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dai soci assegnatari;
pagano l'IMU sull'abitazione principale solo per 6 mesi (dal 1° luglio 2013 al 31 dicembre 2013)

1.      determinare l'importo dell'IMU dovuta sulla base dell'aliquota stabilita dal Comune, ossia dello 0,55%, applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% il moltiplicatore pari a 160, al netto delle detrazioni di 200 Euro per abitazione principale e 50 Euro per figlio, eventualmente spettanti, nella misura massima di Euro 600. Dividere per 2.

2.      determinare l'importo dell'IMU dovuta sulla base dell'aliquota di legge, ossia dello 0,4 %, applicando alla rendita catastale rivalutata del 5% il moltiplicatore pari a 160, al netto delle detrazioni di 200 Euro per abitazione principale e 50 Euro per figlio, eventualmente spettanti, nella misura massima di 600 Euro. Dividere per 2.

3.      sottrarre dalla somma calcolata al punto 1 l'importo determinato al punto 2;

4.      calcolare il 40% dell'importo ricavato al punto 3.


Per i fabbricati rurali ad uso strumentale la mini rata non è dovuta in quanto l'aliquota deliberata dal Comune è uguale all'aliquota prevista per legge (0,20%).

ATTENZIONE: non si versa LA MINI RATA IMU se l'importo è inferiore ai 12,00 Euro.

DETRAZIONI PER ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE
1) La
detrazione di 200,00 Euro deve essere rapportata ai mesi di utilizzo e al numero di persone contribuenti che possiedono e risiedono nell'immobile.

PAGAMENTO DELL'IMPOSTA
L'imposta si versa con Modello F24 presso:
- qualsiasi sportello postale;
- qualsiasi sportello bancario.
E' possibile effettuare il pagamento anche on-line per quei correntisti che hanno attivato il servizio di home banking presso la propria banca o il servizio Bancoposta presso Poste Italiane.
Il modello F24 è disponibile in versione cartacea presso banche e uffici postali, mentre in formato elettronico è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
La MINI RATA IMU per il 2013 deve essere versata entro il 24 GENNAIO 2014.

COME COMPILARE L'F24 SEMPLIFICATO
Nell'F24 va compilata una riga per ogni codice di versamento quindi, se devo effettuare più versamenti (relativi a più immobili) con uno stesso codice, dovrò sommare in una stessa riga tutti gli importi dovuti con quel codice.
Se un contribuente possiede un'abitazione principale, un garage e una cantina, deve compilare un'unica riga in cui specifica il Codice tributo 3912.

A questo punto è possibile compilare il modello F24:
- inserire il codice fiscale del contribuente e i dati anagrafici. Il campo "Codice fiscale del coobbligato, erede, ecc." va compilato solo da chi esegue il pagamento per conto di un contribuente che non è nelle condizioni di farlo personalmente: defunto, persona sotto tutela, etc.
- nello spazio "Sezione" scrivere: E L (che sta per "Ente Locale")
- nello spazio "cod. tributo" specificare il codice 3912, secondo quanto indicato nelle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate
- nello spazio "codice ente" inserire E933 per gli immobili nel Comune di Marciano della Chiana - barrare la casella "saldo"
- nello spazio "num. Immobili" indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre) a cui si riferisce il versamento effettuato con quel codice di versamento
- nello spazio "rateazione/mese rif." Specificare "0101"

-                     nello spazio "anno di riferimento" deve essere indicato l'anno 2013 nello spazio "detrazioni" deve essere specificato l'importo delle detrazioni a cui si ha diritto
- nella colonna "importi a debito versati" deve essere inserito il saldo dovuto relativo a quel codice di versamento nello spazio "saldo finale" dovrà essere riportata la somma di tutti gli "importi a debito" meno eventuali "importi a credito compensati".

PER EFFETTUARE IL CALCOLO SI RINVIA AL SEGUENTE LINK, OVE INSERENDO LA RENDITA DEGLI IMMOBILI, SI OTTERRA’ LA STAMPA DELL’F24 COMPLETAMENTE COMPILATO :

 
www.riscotel.it/miniimu/test
Comune di Marciano della Chiana stendardo del Comune